Realizzare un balcone fiorito

gera(1)

La grande varietà di colori e fragranze, il lungo periodo di fioritura oltre che le più diverse forme di accrescimento, sono gli elementi che caratterizzano le piante annuali e biennali, rendendole ideali per realizzare rapidamente e con poca spesa balconi fioriti e angoli suggestivi di particolare pregio decorativo.
Con il termine ANNUALI si definiscono le piante il cui ciclo di vita dura un anno, le BIENNALI invece hanno bisogno di due stagioni per completare il proprio ciclo; nel corso del primo anno sviluppano la crescita e nel secondo fioriscono e al termine dell’anno muoiono.
Entrambi i gruppi possono avere diversi tipi di portamento: rampicante, ricadente, tappezzante, eretto, e grande diversità di taglia. Per questi motivi, se ben collocate, le annuali e le biennali sono in grado di risolvere ogni esigenza estetica e di crescer  senza entrare in competizione tra di loro formando composizioni di grande effetto.

Per effettuare una giusta collocazione, è indispensabile valutare preventivamente le caratteristiche del luogo prescelto in modo da scegliere la varietà giusta con con il giusto periodo di fioritura.La sapiente interpretazione di queste caratteristiche consentirà di ottenere effetti fantastici e di prolungarli nella stagione.
Sulle buste dei semi sono sempre indicate le caratteristiche della pianta; studiate bene il colore, l’esposizione e il periodo di fioritura prima di deciderne la collocazione. Nell’ eventualità che vogliate trapiantare le piante già fiorite, potrete rivolgervi al personale di Giardineria che saprà sicuramente consigliarvi per la migliore soluzione.

Alle specie annuali e biennali si accostano solitamente nei giardini e sui balconi alcune specie perenni, tra le quali spiccano i gerani, che mal sopportando i nostri climi, difficilmente superano l’inverno rigido del nostro paese.
I gruppi di gerani più importanti dal punto di vista ornamentale, sono 4: zonali, edera, parigini altrimenti chiamati francesina, e macranta o imperiali; gli zonali e i macranta hanno portamento eretto, gli altri due sono cadenti, le fioriture di tutte le varietà sono rigogliose e continue da marzo-aprile fino ai primi freddi.
Tutte le specie fin qui descritte, in particolare se coltivate in vaso, necessitano per tutto il ciclo vegetativo di somministrazioni costanti di fertilizzanti; è bene preferire quelli che oltre ad AZOTO (N), FOSFORO (P) e MICROELEMENTI, siano anche ricchi di POTASSIO (K) che stimola una lunga ed abbondante fioritura.

SEMINA

  • Nel terreno precedentemente preparato o in vasetti, interrare i semi delle varietà preferite.
  • Innaffiare finemente a pioggia e non permettere ristagni d’acqua.
  • Riparare dal sole i vasetti con una rete ombreggiante, e diradare le piantine appena nate se troppo fitte, mantenendo le più rigogliose.
  • Concimare per tutta la stagione con un concime per piante fiorite ed eliminare i fiori appassiti per consentire una fioritura continua e abbondante.

TRAPIANTI IN VASO

  • Riempire la base del vaso con uno stadio di 3-5 cm di argilla espansa per favorire il drenaggio.
  • Colmare il vaso con terriccio per piante fiorite.
  • Togliere la piantina dal vaso, scavare un poco nella terra e appoggiarvi la piccola zolla, successivamente coprire con altro terriccio e passare bene la terra intorno alla piantina.
  • Sistemare il vaso/cassetta nella posizione definitiva e irrigarla secondo necessità.
  • Concimare per tutta la stagione con un concime per piante fiorite ed eliminare i fiori appassiti per permettere una fioritura costante e abbondante.

Lascia un commento